Apicoltore Durì Riccardo "Miele del Friuli"

 

 

Apicoltore  Durì Riccardo  di Buttrio

 

 

Le api friulane hanno molto da fare!

 

 

Miele

Considerato dagli antichi il nettare degli Dei, da qualche decennio

ha trovato rinnovata considerazione per le sue proprietà alimentari,

biologiche e coadiuvanti dello stato di salute del corpo umano.

Il miele è il prodotto che le api domestiche elaborano

dal nettare dei fiori o da altre sostanze zuccherine

presenti sulle piante e che esse bottinano,

trasformano, combinano con sostanze specifiche proprie,

immagazzinano e lasciano maturare nei favi dell'alveare.

La sua composizione chimica e le sue proprietà

dipendono dall'origine floreale.

I maggiori zuccheri presenti nel miele, glucosio e fruttosio,

sono altamente digeribili e rapidamente assimilabili dall'organismo umano.

Oltre agli zuccheri, nel miele sono presenti sali minerali,

enzimi, acidi e sostanze naturali diverse.

In una corretta alimentazione,

si consiglia l'assunzione di 30/40 grammi di miele al giorno.

La cristallizzazione è un fenomeno naturale cui la maggior parte dei mieli

è soggetta entro sei-otto mesi dalla smelatura.

Solo i mieli ricchi di fruttosio, quali acacia e castagno,

rimangono allo stato liquido per tempi maggiori.

La cristallizzazione di un miel è sinonimo di genuinità del prodotto.

 

Acacia

COLORE: giallo scarico tendente all'ambrato.

AROMA: gradevole, poco persistente.

SAPORE: leggero, delicato, molto dolce.

E' il miele più usato come sostitutivo dello zucchero. Indicato come

dolcificante di vari alimenti perchè non ne altera il gusto e l'aroma.

Utilizzato nelle tisane che non vengono intorbidite.

Per l'alta percentuale di fruttosio risulta altamente digeribile.

Tarassaco

COLORE: giallo dorato tendente all'ambrato.

AROMA: intenso e caratteristico.

SAPORE: gradevole, forte, persistente.

Questo miele viene utilizzato su pane, biscotti, ecc., in quanto

facilmente spalmabile.

Prodotto soprattutto in aree agricole della pianura friulana.

 

Tiglio

COLORE: ambrato con riflessi verdognoli.

AROMA: delicato e persistente, tipico del fiore.

SAPORE: dolce, intenso, raschia la gola.

L'erboristica cita questo miele per le sue proprietà,

insite nel fiore da cui deriva. Molto usato nelle tisane calde.

La contemporaneità della fioritura con il castagno, ne provoca

spesso la mescolanza con quest'ultimo; il miele che ne deriva,

assomma le proprietà di entrambi, migliorando quelle del castagno.

 

Millefiori

COLORE: da ambra ad ambra scuro.

AROMA: accentuato, ben distinto, legato alla prevalenza

delle essenze floreali da cui deriva.

SAPORE: molto variabile, intenso.

E' il miele dal sapore più conosciuto e antico,

raccoglie in sè tutti i fiori dell'estate.

Vi sono differenze anche notevoli legate alla località di produzione.

Come tutti i mieli scuri è ricco di sali minerali.

Castagno

COLORE: ambra scuro, quasi nero.

AROMA: pungente, caratteristico.

SAPORE: forte, amarognolo, penetrante, per la presenza di tannini.

E' un miele ricercato da quanti conoscono le sue proprietà

nutritive, essendo particolarmente ricco di sali minerali e fruttosio.

 

Melata di metcalfa

COLORE: ambra scuro, tendente al nero, marrone.

AROMA: di media intensità, ricorda quelli di castagna bollita,

frutta cotta, confettura di fichi.

SAPORE: poco dolce, maltato-caramellato.

E' un miele che le api elaborano raccogliendo le sostanze

zuccherine presenti sulle foglie delle piante.

E' molto ricco di enzimi e sali minerali;

si presenta denso e con uno scarso contenuto d'acqua.

Rododendro

COLORE: bianco o biancastro.

AROMA: tenue e gradevole, ricorda il fiore.

SAPORE: delicato e armonioso, piacevole , persistente.

Questo miele, molto ricercato, viene prodotto in zone limitate delle nostre Alpi, oltre i 1500 metri di altitudine.